Playlist

EMP Metal Christmas – La nostra playlist natalizia!

Send to Kindle

Quindi è arrivato Natale anche quest’anno ma il metal regna sempre sovrano. E’ bello ritrovarsi a mangiare cotechino e lenticchie solo se in sottofondo lo stereo spara fuori del metallo colante, colante esattamente come la crema al mascarpone in cui affogherete il pandoro. La zia urla? La nonna si addormenta dopo la prima portata? I cuginetti devono essere sedati? Keep Calm and Listen to Heavy Metal. Ecco la soluzione a tutto: EMP Metal Christmas, la playlist per il migliore Natale metallico di sempre.

20 brani, con i primi singoli dei migliori album in uscita nel 2016 e un po’ di classici natalizi in versione metal / hard rock che non fanno mai male.

Iniziamo alla grande con il nuovo brano degli AvantasiaMystery Of A Blood Rose” che anticipa il nuovo “Ghostlights” in uscita a fine gennaio, come sempre una garanzia di qualità. Tra le novità troviamo anche la brutalissima “Akroasis” degli Obscura (se non è un brutal Christmas, che Natale è?) che, insieme agli Ignite, vi permetteranno di spettinare tutti gli invitati al mega pranzo.

C’è anche una bella dose di power metal, con le ultimissime cannonate di Axel Rudi Pell (“The King Of Fools“), Rhapsody Of Fire (la super ballad “Shining Star“) e il nuovo singolo dei BrainstormWe Are“. Non poteva mancare una delle due anteprima da “Dystopia“, attesissimo nuovo album dei Megadeth: abbiamo scelto “The Threat Is Real“. Giusto per essere natalizi, c’è anche Abbath che torna in veste solista dopo lo split con gli Immortal: “Count The Dead” è il primo singolo ufficiale. C’è spazio anche per “In Metal We Trust“, nuovo inno metal dei Primal Fear che pubblicheranno “Rulebreaker” a fine mese e “Earthbound” dei Bury Tomorrow, rivelazione metalcore degli ultimi anni. Chiusura di gran classe con “The Gift Of Music“, primo brano tratto dal nuovo album dei Dream TheaterThe Astonishing“, senza dubbio il più atteso di inizio 2016.

Tra le varie novità, non potevano mancare i rifacimenti natalizi di Twisted Sister, Sin City Sinners, Lemmy (con la mitica Run Rudoplh Run), L.A. Guns, King Diamond, Austrian Death Machine (con una super brutale versione di Jingle Bells), Black Label Society e Dokken!

[empart]323435[/empart][empart]320756[/empart]
[empart]291546[/empart][empart]323364[/empart]
[empart]324614[/empart][empart]319903[/empart]