Approfondimenti

Vinili: un mondo da scoprire

Send to Kindle

Vinili_2013_Italia_Main

Dal 2007, il terzo sabato del mese di aprile, si festeggia il Record Store Day, una giornata internazionale dedicata al mondo del vinile e ai negozi indipendenti che li vendono. L’idea è venuta all’impiegato (in un negozio di dischi, of course) Chris Brown e da allora, ogni anno, la manifestazione ha visto performance di artisti di fama mondiale, incontri con i fan, mostre d’arte e speciali stampe di vinili in edizione limitata. Tra gli ambasciatori di questa grande festa ci sono stati, nel corso degli anni, Jesse Hughes, Joshua Homme, Ozzy Osbourne, Iggy Pop e Jack White. Perchè il vinile è più vivo che mai!

Si potrebbe parlare del grande ritorno del vinile, ma coloro che non hanno mai smesso di amarlo e acquistarlo storcerebbero non poco il naso. E’ pur vero che negli ultimi cinque anni, la vendita di vinili, nelle infinite declinazioni, ha registrato una crescita costante e inarrestabile, tanto che negli Stati Uniti il settore è cresciuto del 33% e addirittura del 100% nel Regno Unito. Sebbene il vinile copra meno del 10% delle vendite totali in campo musicale, è inutile negare che il formato piaccia e conquisti sempre più appassionati.

Vuoi per la forte ventata Vintage e dal ritrovato amore per lo stile retrò, vuoi per il gusto estetico del cerchio nero e la bellezza delle copertine da esibire come fossero opera d’arte, è ufficiale: la Vinyl Mania è esplosa. Inutile negarlo, la qualità sonora del vinile è decisamente superiore rispetto a quella di un formato digitale – nel caso degli mp3 ad esempio le frequenze vengono tagliate, per alleggerire il contenuto e compattarlo. Questo, in formato vinile non accade, anzi. Ne risulta un suono più profondo e organico che di certo non risparmia imperfezioni e piccoli disturbi che, però, regalano solo ulteriore fascino al sound.

Esistono diversi formati di vinile che si definiscono in base alla velocità di riproduzione del suono o in base alle dimensioni fisiche del disco. Si parlerà allora di 33 giri (il vinile classico per eccellenza), di 45 giri (ovvero i singoli) o di 7″, 10″, dimensioni che si riferiscono al diametro del disco.

I vinili possono poi essere sagomati, in versione picture disc (con un’immagine stampata su entrambi i lati) o in formato gatefold. Questi ultimi altro non sono che i package che si aprono e invece di avere un singolo cartone dove si inserisce il disco, ne hanno due. In questo particolare formato grande protagonista, oltre al vinile stesso, è l’artwork che, occupa più spazio e risulta più elaborato, come una vera e propria opera d’arte.

Concludiamo parlando dei vinili da 180 grammi (che sul catalogo EMP sono indicati con la dicitura “vinile 180 g“) e delle edizioni limitata colorate. I primi sono stampe o ristampe di album su un vinile più pesante e caratterizzato da una migliore resa sonora; i secondi sono classici vinili che però non si presentano in nero ma in diverse sfumature o con diverse stampa (ad esempio marble, con effetto marmo, e splatter). Veri must have per i più accaniti collezionisti.

Non vi resta che fare un salto nella nostra sezione dedicata ai vinili metal, rock e alternative sul sito EMP per scoprire la nostra collezione di vinili e gli accessori correlati (come le cornici porta vinile Rock On Wall)!

[empart]273517[/empart][empart]273758[/empart]
[empart]272557[/empart][empart]270776[/empart]
[empart]270685[/empart][empart]270228[/empart]
[empart]183177[/empart][empart]219441[/empart]