Approfondimenti

Star Trek Bridge Crew: 10 videogame dedicati a Star Trek

Send to Kindle

Esce il prossimo martedì 14 marzo Star Trek Bridge Crew, il nuovo videogame dedicato alla più che longeva saga di Star Trek. Pensato interamente per la realtà virtuale, richiede un visore per poter giocare godendo appieno delle potenzialità del gioco. Uno dei punti di forza di Star Trek Bridge Crew sembra essere, infatti, la possibilità di immergersi completamente nella storia e nell’azione, nonostante la grafica non sia allo stesso livello di molti videogame attuali.

Visivamente, Star Trek Bridge Crew riprende molto l’immaginario della serie tv originale, ma a quanto pare non vedremo personaggi provenienti da questo universo narrativo. L’astronave e il suo team saranno del tutto inediti, dando a chiunque la possibilità di entrare nel mondo di Star Trek, anche senza conoscerne i più piccoli dettagli.

Ecco alcune immagini tratte direttamente da una sessione di gioco di Star Trek Bridge Crew, raccolte in una piccola gallery:

Vi mostriamo ora un piccolo estratto dalla descrizione ufficiale di Star Trek Bridge Crew, per farvi entrare al meglio nello spirito del gioco:

Star Trek: Bridge Crew ti teletrasporta insieme ai tuoi amici nel cuore di una nave spaziale. Siete ufficiali della Federazione, quindi ogni vostra azione e decisione determinerà il fato della vostra nave e dell’equipaggio. […] Come parte di un’iniziativa d’importanza vitale, vieni inviato insieme al tuo equipaggio a prendere il comando della nuova nave spaziale: la U.S.S. Aegis. La vostra missione: esplorare un vasto settore sconosciuto, chiamato La Trincea, con la speranza di trovare un nuovo pianeta per la popolazione decimata di Vulcano. La Trincea ospita bellezze incredibili, ma anche strane anomalie e pericoli sconosciuti. Anche l’Impero Klingon è attivo nel settore, con l’evidente intento di mettere i bastoni fra le ruote alla Federazione. Insieme al tuo equipaggio, dovrai tracciare una mappa del settore per scoprire i piani dei Klingon e assicurare una presenza pacifica della Federazione.

Per celebrare l’uscita di Star Trek Bridge Crew, vogliamo fare una lista di 10 fra i videogame più famosi e apprezzati tratti dall’universo narrativo di Star Trek. Non si tratta di una classifica, ma di una lista in ordine cronologico, suddivisa in base all’anno d’uscita. Pronti? Cominciamo!

1992/1993 – Star Trek: 25th Anniversary & Judgment Rites

Tecnicamente si tratta di due videogame distinti, ma che vengono spesso definiti come un unico insieme per la modalità e l’esperienza di gioco. Esempio di combo perfetta fra point-and-click e azione/esplorazione vera e propria, ha permesso a molti giocatori di entrare e sentirsi parte effettiva del mondo di Star Trek, grazie anche alla suddivisione in episodi delle missioni. Inoltre, le trame sono state scritte da alcuni degli sceneggiatori della serie e le voci sono quelle degli attori originali, quindi non poteva non essere un successo.


1995 – Star Trek: The Next Generation – A Final Unity

Probabilmente il videogame che meglio ha catturato lo spirito di Star Trek, A Final Unity permette al giocatore di guidare la squadra dell’Enterprise-D in una storia che rientra perfettamente nei canoni di Star Trek: The Next Generation. Le missioni: far terminare una guerra, trovare tracce di antiche civiltà ed esplorare nuovi mondi, con una trama di gioco abbastanza lineare e una grafica molto avanzata per l’epoca. Il videogame lasciava comunque ampio spazio al giocatore per esplorare l’Enterprise e il mondo circostante, e riusciva a combinare perfettamente avventura, puzzle e strategia in missioni particolarmente coinvolgenti. Come premio per il compimento delle missioni, inoltre, venivano mostrate alcune scene renderizzate in 3D. Alla fine del gioco sembrava davvero di aver vissuto un episodio della serie tv!


1999 – Star Trek: The Next Generation – Birth of the Federation

Birth of the Federation è un gioco strategico che metteva il giocatore al controllo di uno degli imperi più importanti del Quadrante Alpha, con la gestione di Federazione dei Pianeti Uniti, Cardassiani, Romulani, Klingon e Ferengi per dominare l’universo o eliminare i nemici. Pur avendo i suoi difetti (uno fra tutti, un bug che rallentava il gioco al prolungarsi delle sessioni di gameplay), è stato un videogame molto apprezzato, grazie alla sua interfaccia, alle musiche originali e alle strategie di gioco. Il gameplay, infatti, era suddiviso in turni di pianificazione, a volte anche in tempo reale durante i combattimenti.


1999 – Star Trek: Starfleet Command

Adattamento del gioco da tavolo Star Fleet Battles, permetteva ai giocatori di combattere in uno qualsiasi dei sei fronti disponibili: Federazione, Klingon, Romulani, Gorn, Impero Stellare dei Lyran e Regni Hydran. Le missioni erano  molto complesse, in quanto il giocatore doveva riuscire a maneggiare diverse abilità, armi, la squadra e gli scudi durante il combattimento. Per lo stesso motivo, però, offriva un’esperienza di gioco unica.


2000 – Star Trek: Armada

Armada è il videogame che ha risposto meglio, per l’epoca, ai desideri degli amanti della strategia in real-time. Ambientato nell’era The New Generation, Armada permetteva ai giocatori di assumere il controllo delle flotte della Federazione, dei Klingon, dei Romulani e dei Borg in missioni che andavano dal semplice scontro tattico ai conflitti fra flotte. Le voci dei protagonisti Patrick Stewart, Michael Dorn, e Denise Crosby hanno aiutato molto il successo del videogame fra gli amanti della saga, fornendo un ulteriore elemento di partecipazione per il giocatore, che si sentiva totalmente immerso nell’universo di Star Trek.


2000 – Star Trek: Deep Space Nine – The Fallen

The Fallen offriva ai giocatori la possibilità di esplorare lo strano e pericoloso mondo che avevano potuto conoscere grazie a Deep Space Nine. Seguendo la linea temporale di Star Trek, era ambientato alla fine della sesta stagione: i giocatori dovevano guidare i membri della crew DS9 per prevenire il controllo del Quadrante da parte dei Cardassiani. Il videogame era sviluppato come tre giochi in uno, in quanto il giocatore poteva scegliere se impersonare Sisko, Kira o Wolf, ognuno con la sua prospettiva diversa. È stato un videogame molto apprezzato per vari motivi, tra i quali le voci dei personaggi originali della serie e l’ottima grafica per il periodo d’uscita.


2000 – Star Trek: Klingon Academy

Invece di mettere il giocatore al comando di una navicella della Federazione, questo si trovava nei panni di un guerriero Klingon a bordo di una navicella Bird of Prey. Grandi miglioramenti grafici rispetto ai videogame precedenti e molteplici tipologie di navicelle e armi rendevano il gioco un grande passo in avanti rispetto ai precedenti. Christopher Plummer e David Warner hanno inoltre ripreso i loro ruoli di Generale Chang e Cancelliere Gorkon da Star Trek VI, evitando quindi l’allontanamento eccessivo dalla serie tv.


2000 – Star Trek: Voyager – Elite Force

Elite Force ha conquistato molti fan di Star Trek, essendo un ottimo sparatutto in prima persona ambientato a bordo della U.S.S. Voyager. Seguendo la linea temporale della serie televisiva, il tempo d’azione è quello della sesta stagione della serie tv. Il giocatore si trovava nei panni del guardiamarina Alex Munro, membro dell’Hazard Team, squadra formata per affrontare l’ambiente sempre più ostile del Quadrante Delta. Le missioni si svolgevano fra navicelle abbandonate, alieni e terre desolate, il tutto con una buona grafica e una storia avvincente. Il doppiaggio, poi, è stato fatto dagli attori principali di Voyager, quindi non poteva non riscuotere un certo successo tra i fan!


2002 – Star Trek: Bridge Commander

Chi si apprestava a giocare a Bridge Commander veniva catapultato al commando della U.S.S. Dauntless dopo la morte del capitano Wright. Il tentativo era quello di sventare una cospirazione che minacciava di distruggere la Federazione. Le parti migliori del videogame erano quelle dedicate al combattimento, ma erano presenti anche parti dedicate all’esplorazione e alla diplomazia. Veniva anche data al giocatore la possibilità di scegliere se comandare la propria squadra o la navicella, in modo decisamente realistico, con tutti i problemi che possono scaturire dalla guida di un mezzo simile. Anche in questo caso le missioni erano suddivise in episodi, rimarcando l’origine di tale immenso universo narrativo.


2010 – Star Trek Online

Star Trek Online è il videogioco che ha dato la possibilità ai fan della saga di crearsi il proprio equipaggio e la propria navicella in tutti i dettagli prima di lanciarsi in missioni e combattimenti nell’universo espanso. La storia rivela gli avvenimenti della prima timeline di Star Trek dopo l’alterazione della storia da parte di J.J. Abrams con il film del 2009. Le parti migliori del gioco rimangono tutt’ora il combattimento nello spazio, le missioni, le grafiche e le voci di molti attori originali di Star Trek.


Siete pronti per partire a bordo della U.S.S. Aegis di Star Trek Bridge Crew? Nel frattempo, scoprite tutto il merchandise dedicato a Star Trek, a film e serie tv e ai videogame su EMP!

[empart]328168[/empart] [empart]328164[/empart]

[empart]328167[/empart] [empart]344876[/empart]

[empart]338556[/empart] [empart]336563[/empart]